NEWS 2014/2015

NEWS: IL METODO SPERIMENTALE

Per metodo sperimentale si i intende il metodo con cui si perviene all'enunciazione di leggi scientifiche mediante conferma( o falsificazione) sperimentale di ipotesi basate sull'osservazioni ripetute di determinati fenomeni. Il procedimento , usato nell'indagine scientifica per studiare sperimentalmente  in laboratorio e giungere all'enunciazione di leggi sperimentali, comprende 8 fasi fondamentali:

  1. RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI  già note del sistema che si sta studiando;

  2. OSSERVAZIONE PRELIMINARE dei fenomeni che avvengono nel sistema;

  3. SCELTA DELLE GRANDEZZE FISICHE importanti e individuazione degli effetti secondari;

  4. IPOTESI DI LAVORO  sulle relazioni tra le grandezze fisiche;

  5. ESPERIMENTI RIPETUTI con misurazione delle grandezze, minimizzazione degli effetti secondari e cambiamento delle condizioni nelle quali si svolgono gli esperimenti;

  6. DEDUZIONE  di circa tutte le conseguenze degli esperimenti tenendo ben presente il campo di mobilità di ciascuna di esse;

  7. SINTESI delle deduzioni con tutte le altre informazioni disponibili;

  8. ENUNCIAZIONE DELLA LEGGE SPERIMENTALE che comprende i risultati degli esperimenti  e delle altre informazioni a disposizione.

NEWS: Alber Einstein , un grande scienziato.

« Non ho particolari talenti, sono solo appassionatamente curioso. »
Albert Einstein nacque il 14 Marzo 1879 a Ulm, in Germania.
Sin dall'infanzia, c'è stato sempre qualcosa di unico e di speciale in Albert, come scrisse la sorella più giovane Maja: "Alla sua nascita, nostra madre fu scioccata dal fatto di vedere le dimensioni estremamente grandi della parte posteriore della sua testa".
Già all'età di quattro/cinque anni, Albert divenne appassionato di fisica quando suo padre gli mostrò una bussola. “-Quando frequentavo ancora le scuole medie, mio padre mi regalò una bussola,da quel momento cominciai a fare tantissime domande , perchè segnava a nord e perchè a sud, est o ovest. Quella bussola fu il regalo più bello che ricevetti” Il giovane Albert cercò di immaginarsi quale forza misteriosa causava il movimento dell'ago e questo senso di domandarsi il perchè delle cose lo accompagnò per il resto della sua vita. Capire l'Universo fu la sua missione durante la sua vita di scienziato.
La vita privata fu comunque turbolenta ed ebbe meno successo di quella scientifica. La sua passione amorosa e il successivo matrimonio con la fisica Mileva Maric lo alienarono dai suoi due figli. La vita di Einstein fu caratterizzata da diverse relazioni amorose e tra queste quella che lo portò al secondo matrimonio con la cugina Elsa Löwenthal.
Albert Einstein non fu uno studente modello. Era anche dislessico. Non aveva voti brillanti in quasi tutte le materie ma aveva una particolare predisposizione per la matematica e la scienza anche se spesso saltava le lezioni. Egli imparò la geometria all'età di 12 anni, scrisse il suo primo lavoro all'età di 16 anni e ottenne il dottorato all'età di 26 anni, cioè nel 1905 l'anno in cui pubblicò quattro importanti articoli che sconvolsero la fisica del XX secolo. Egli non solo discuteva con i suoi insegnati ma metteva in discussione le regole della geometria degli antichi Greci e le leggi della fisica allora note.
Sin da quando era giovane, Einstein non tollerava il sistema educativo dell'epoca che non gli permetteva di dare libero sfogo alla sua geniale immaginazione. Egli era ben consapevole che avesse talento per la matematica e per la fisica teorica.
Mentre si definiva la sua figura come fisico, Einstein dovette spostarsi dove c'era bisogno di lavoro. Le istituzioni accademiche in Berlino, Zurigo, Berna, Praga e nelle altre città europee erano ben note ad Einstein. Di fatto, acquistò una grande reputazione come brillante professore di fisica e visitò molti istituti in varie parti del mondo.Durante una sua seconda visita al California Institute of Technology, un collega gli offrì una posizione all'Institute for Advanced Study di Princeton. Nel 1933 Einstein decise di stabilirsi definitamente nel New Jersey dove visse gli ultimi anni della sua vita come fisico teorico. Il suo ufficio, situato a Fuld Hall, non era ben arredato, c'era una lavagna, delle sedie, un tavolo e dei posters. A Princeton,Einstein ed i suoi assistenti cercarono di formulare una teoria della "Grande Unificazione delle Forze" senza mai avere successo, una teoria che oggi è diventato l'obiettivo ultimo dei fisici teorici
Einstein vinse il Premio Nobel per la sua carriera in fisica, per la sua teoria della luce e degli elettroni in quello che venne chiamato Effetto Fotoelettrico e non per la Teoria della Relatività.
Einstein e la moglie Elsa si trovavano in Giappone quando Gli arrivò il telegramma alla residenza di Berlino nel 1922. Dopo una serie di controversie sulla cittadinanza tedesca e svizzera di Einstein, l'ambasciatore svedese consegnò la medaglia ad Einstein nel 1923 a Berlino. Negli anni seguenti, Einstein visitò la Svezia per dare una conferenza come laureato Nobel sulla relatività
La medaglia del Premio Nobel ad Einstein nel 1922. Su questo lato, viene raffigurata al centro il Genio della Scienza che svela i segreti della Natura, personificata nella dea Isis. La dea emerge dalle nubi mentre tiene un vaso che raffigura la sapienza. Intorno all'immagine sono scolpite le parole "Le invenzioni migliorano la vita che diviene bella attraverso l'arte". Sul retro della medaglia l'immagine di Alfred Nobel.
Il famoso scienziato Albert Einstain non andava bene a scuola, ed era soggetto alla dislessia, tuttavia con le sue domande, con le sue risposte e con le sue teorie ha rivoluzionato il mondo. Che la sua storia possa essere un punto di riferimento per tutti i ragazzi per non mollare mai e continuare a fare il loro dovere, perchè tutti i problemi possono risolversi se ci crediamo e ci applichiamo davvero.


Cristiana Fortino

NEWS 2013/2014

NEWS - Prodotti per l'igiene personale: possono favorire il diabete

Saponi, spray per capelli, idratanti, smalti per unghie, profumi e altri prodotti che noi usiamo normalmente possono causare il diabete.Ad essere sotto il controllo dei ricercatori sono soprattutto sostanze come gli ftalati, contenute nei prodotti dell’igiene intima. Queste sostanze passerebbero direttamente nell’organismo, dove si concentrerebbero dando luogo a reazioni nocive, causando l’alterazione del sistema endocrino.Sono poste sotto allerta soprattutto le donne, che fanno più uso di questi prodotti, e che sono esposte al diabete di tipo 2.Infatti sono state proprio loro a essere state sottoposte a delle analisi, dalle quali si è osservato che le donne con alti livelli di ftalati nelle urine hanno più possibilità di soffrire di diabete.Ora saranno necessari ulteriori studi per confermare la nuova causa di questa malattia.

                                                                                                               Valentina Calabrese 3D

NEWS - Freddo record negli USA : cascate del Niagara ghiacciate

Negli ultimi giorni un freddo intenso ha riguardato gli USA. In Particolare a Niagara Falls, città degli Stati Uniti d’America, che nella notte del 3 gennaio è stata travolta da una prima ondata di freddo iniziata con la tempesta di Hercules, poi continuata nella notte del 7 gennaio, dove la temperatura è scesa fino a -19,4°C e la massima è arrivata a -14°C. Per tutta la giornata il vento ha soffiato con forti raffiche che hanno sfiorato gli 80 Km/h. Il giorno seguente queste temperature non hanno lasciato tregua, causando lo scioglimento parziale delle cascate del Niagara, creando uno spettacolare effetto scenografico cha ha attirato molti fotografi e turisti. Le foto hanno girato tantissimo in rete, facendo sorgere dubbi sulla propria autenticità, ma come ha spiegato John Rozbicki, un meteorologo del ‘National Weather Service’ , le cascate non sono gelate del tutto, ma il ghiaccio si è creato solo in superficie e l’acqua continua a scorrere nella parte inferiore.

                                                                                                               Valentina Calabrese 3D

NEWS - Palle di ghiaccio nel lago Michigan

A causa del grande freddo degli ultimi giorni nel Nord America, in diversi puntila superficie del lago Michigan si è ghiacciata.Lo strato superficiale ghiacciato poi si è rotto, suddividendosi in frammenti ghiacciati, che il moto delle onde ha spinto verso la riva. Il movimento delle onde inoltre ha smussato gli angoli dei frammenti ghiacciati, rendendoli sferici.Non è la prima volta che si formano delle palle di ghiaccio nel lago Michigan, a inizio 2013 fu fotografata una lunga serie di palle di ghiaccio nella zona delle Sleeping Bear Dunes.

                                                                            Valentina Calabrese 3D